Il contratto di comodato

31.05.24 11:47

Che cos’è il comodato?

Il comodato è un contratto gratuito con il quale una parte (comodante) consegna una cosa mobile o immobile ad un’altra parte (comodatario) che la utilizza per un tempo o per un uso determinato, con l’obbligo di restituire la stessa cosa ricevuta.

Il comodato è utilizzato tra privati ma è diffuso anche in ambito imprenditoriale, spesso come contratto accessorio a un diverso contratto principale (es. vending con distributori automatici o appalto....).


Quali sono le caratteristiche principali del comodato?

Le caratteristiche principali sono:

gratuità = il comodatario non deve pagare alcun corrispettivo per l’uso del bene

durata = il comodato può essere a tempo determinato o indeterminato 

restituzione = il bene deve essere restituito alla scadenza del termine, al compimento dell’uso o su richiesta del comodante

responsabilità del comodatario = deve curare il bene come se fosse suo e risponde per gli eventuali danni causati da negligenza


Quali beni possono essere oggetto del comodato?

Molti beni possono essere concessi in comodato come, ad esempio:

- un immobile

- l’auto

- le attrezzature o macchinari aziendali

- i locali concessi per eventi o manifestazioni

- decoder per abbonamenti tv

- il modem per la connessione internet

- la macchina del caffè

- distributori di bevande e snack


Come stipulare un contratto di comodato?

Il comodato non deve essere necessariamente scritto anche se è preferibile prevedere un contratto scritto per stabilire:

- l’oggetto

- l’uso per il quale la cosa è stata consegnata

- le eventuali condizioni

- la durata

- lo stato di conservazione del bene al momento della consegna


Quanto può durare il comodato?

a. Le parti possono fissare una data di scadenza precisa (es. 31.01.2025)

b. Le parti possono lasciare che la scadenza sia desumibile dalla destinazione del bene (es. finché il macchinario serve all’azienda per un certo lavoro)

c. Le parti non prevedono una data di scadenza

Attenzione perché, in questo caso, il comodante può chiedere in ogni momento la restituzione del bene.


Quali sono gli obblighi del comodatario che riceve il bene in comodato?

conservare il bene = garantire l’integrità e custodirlo fino alla riconsegna del bene

ordinaria manutenzione = deve occuparsi della manutenzione ordinaria del bene, così da prevenire il deterioramento o la perdita del bene (le riparazioni straordinarie sono a carico del comodante)

restituire il bene al comodantenello stato in cui si trova a seguito dell’uso